Sorpasso da una concorrente per WhatsApp e Telegram: ecco l’app più sicura

Ammassi.it Email e Cloud gratuito

Sorpasso da una concorrente per WhatsApp e Telegram: ecco l’app più sicura

I due colossi della messaggistica instantanea, WhatsApp e Telegram, subiscono un sorpasso inaspettato. Ecco quale app le ha superate per sicurezza garantita .

Un nuovo rivale è pronto a minare il primato di WhatsApp e Telegram, nel mondo della messaggistica istantanea. Infatti secondo le ultime statistiche, c’è un’app che giorno dopo giorno sta attirando sempre più utenti. Stiamo parlando di Signal, applicazione che in passato è stata sponsorizzata addirittura dall’Unione Europea.

Infatti l’app che ha come co-fondatore Brian Acton, ex fondatore di WhatsApp, sta scalando le classifiche. Il progetto di Acton nasce nel 2017, in compagnia di Moxie Marlinspike. Ma andiamo ad approfondire nello specifico tutte le potenzialità dell’applicazione, ma soprattutto le caratteristiche che stanno attirando sempre più utenti.

WhatsApp e Telegram sono avvisate: arriva Signal, la nuova concorrente

A convincere sempre più utenti a passare a Signal è proprio l’obiettivo principale della nuova azienda. Infatti Acton vuole garantire ai suoi utenti un servizio che gli offra la massima sicurezza.

Già in passato, la stessa Signal ha spiegato in che modo vuole garantire la sicurezza dei suoi utenti, annunciando l’uso di una crittografia molto avanzata. Tale crittografia, infatti, è presente nel protocollo Extended Triple Diffie-Hellman (X3DH), nell’algoritmo Double Ratchet. Inoltre questa crittografia ha integrato le pre-chiavi: Curve25519, AES-256 e HMAC-SHA256.

Altra caratteristica che convince gli utenti a passare a Signal, è la mancanza di server esterni in grado di conservare le conversazioni. A tutto ciò si aggiungerà una nuova funzionalità, che permetterà all’utente di trasmettere lo storico messaggi da iOS ad un altro dispositivo Apple con il massimo della sicurezza e senza l’uso di collegamenti esterni.

Infine per fare tutto ciò basterà avere il bluEtooth o una semplice connessione al Wi-Fi, per poi scannerizzare il codice QR. Così facendo il trasferimento non avverrà online, ma solamente attraverso i due dispositivi.

FONTE: ESCLUSIVE

 

Scroll Up