L’EASA spiega come devono essere misurati i livelli di rumore dei droni

Salute e tecnologia

L’EASA spiega come devono essere misurati i livelli di rumore dei droni

L’Agenzia dell’Unione Europea per la Sicurezza Aerea (EASA) ha pubblicato delle linee guida che spiegano come i produttori di UAS e le agenzie governative possono misurare il livello di rumore dei droni, garantendo che non siano un fastidio per le persone e la fauna selvatica.

Queste linee guida sono le prime al mondo nel loro genere e sono applicabili a un’ampia varietà di piattaforme di droni – come multicotteri, aerei ad ala fissa, elicotteri e velivoli a motore – purché il loro peso sia inferiore a 600 kg.

È importante sottolineare, tuttavia, che il metodo di misurazione del rumore dei droni proposto dall’EASA è completamente volontario e non fa parte dei requisiti ufficiali per la certificazione dei droni. Tuttavia, possono rivelarsi estremamente utili per coloro che operano nella categoria “specifica” prevista dalla nuova normativa europea sui droni, che comprende attività come la consegna di pacchi, l’ispezione di linee elettriche, il controllo degli uccelli, i servizi di mappatura, la sorveglianza aerea e l’ispezione di tetti.

Rachel Daeschle, direttore della certificazione EASA, spiega:

I nuovi tipi di aeromobili saranno utilizzati in un’ampia varietà di luoghi e introdurranno suoni sconosciuti che variano con la diversità del design. L’EASA riconosce che il rumore è una preoccupazione per molti cittadini europei. Queste linee guida mirano a offrire un metodo di misurazione coerente e contribuiranno a definire le aspettative dei produttori, delle autorità aeronautiche nazionali e di altre autorità competenti.

Le autorità aeronautiche, in particolare, possono utilizzare queste linee guida come base per richiedere agli operatori di utilizzare droni con emissioni acustiche ridotte quando operano in aree sensibili come i parchi naturali o le aree popolate. Allo stesso modo, i produttori di droni, gli operatori e le organizzazioni di misurazione del rumore possono utilizzare le raccomandazioni dell’EASA per stabilire i livelli massimi di rumore associati a particolari progetti e operazioni.

Esplora le linee guida in dettaglio qui.

FONTE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *