La top 5 del San Diego Comic-Con 2017: cronaca dell’evento tra curiosità e momenti migliori

Il San Diego Comic-Con 2017 è finito con un’edizione breve ma intensa. Dopo anni a sperare di parteciparvi, finalmente quest’anno sono partita armata di uno zaino, una valigia, buona volontà e tanta pazienza. L’intero volo, si andata e sia di ritorno, è durato circa 12 ore, escludendo scali e fuso orari. Il viaggio è stato stressante, ma appena ho messo piede all’enorme struttura che ospita la convention, ho sentito tutta quell’atmosfera magica che avvolge l’evento.

Sono stati due cinque giorni di pura follia e divertimento, includendo la preview night, dal 19 al 23 luglio, all’insegna dello stress e delle sorprese, tra lunghe file per il cibo e perfino per il bagno, tra cosplay di serie tv, film e anime. Alla luce delle spese impiegate per arrivare dall’altra parte del mondo, vale la pena andare al Comic-Con? La risposta è: assolutamente sì. L’unica pecca è il tempo a disposizione. Infatti è impossibile entrare in tutti i panel perché gli eventi si accavallano l’uno sull’altro; senza contare i posti limitati in alcune sale, come la Hall H, dove ogni anno si svolgono letteralmente gli Hunger Games per accaparrarsi un posto.

Con OM ho avuto la possibilità di presenziare ad alcuni dei più importanti panel e per questo vi dico la mia personale top 5 dei momenti migliori del San Diego Comic-Con 2017.

I cosplay di Clarke e Bellamy al panel di The 100

Il panel di The 100 è stato interrotto da un tenero momento: marito e moglie, con figlioletta al carico, sono intervenuti per porre una domanda al cast, presentandosi vestiti da Clarke e Bellamy. Eliza Taylor e Bob Morley, che nella serie interpretano i due personaggi, si sono inteneriti, e la loro reazione è stata impagabile.

Steven Moffat zittisce i giornalisti

Attenzione a non far arrabbiare Steven Moffat. Il creatore di Doctor Who e Sherlock ha risposto seccato a tutti quei giornalisti che, nei giorni successivi all’annuncio di Jodie Whittaker come nuovo Dottore donna, hanno criticato la sua scelta. Moffat ha perciò ‘invitato’ la stampa a “shut the Hell up”, ovvero a “chiudere quella dannata bocca” senza mezzi termini.

L’arrivo a sorpresa di Shannon Purser al panel di Stranger Things

Quando pensavamo di non rivederla più, Barb compare in Stranger Things (o quasi): l’attrice Shannon Purser ha saputo distinguersi tra la folla della Hall H, apparendo di sorpresa durante il panel della serie tv. Per l’occasione, i Duffer hanno confermato quanto vociferato nei mesi scorsi: Barb non tornerà in Stranger Things, ma nella seconda stagione verrà fatta giustizia per la sua scomparsa.

L’inquietante video di David Lynch durante il panel di Twin Peaks

David Lynch sa sempre come stupire il suo pubblico e lo avevamo capito ancor prima di Twin Peaks. La segretezza intorno ai nuovi episodi della serie, con l’assenza di un trailer e di una trama, non hanno fatto altro che aumentare la curiosità. Nel panel di Twin Peaks al San Diego Comic-Con 2017, Lynch ha voluto far sentire la sua presenza con un video a dir poco inquietante: con una mazza da baseball in mano, il regista ha fatto dei riferimenti al caso di O. J. Simpson mentre uno strano intruso appariva e scompariva sullo schermo.

Ed Harris è un fan di Game of Thrones

Alla sua prima apparizione in assoluto al San Diego Comic-Con 2017 (meglio tardi che mai!), Ed Harris paragona la misteriosa Westworld a Game of Thrones, confermando di essere un fan della serie: “In un certo modo è come Game of Thrones: lo guardi, ma non sai cosa stia accadendo.”