Uno spin-off di Orphan Black è possibile dopo il finale di serie con la scoperta di nuovi coloni? (Sondaggio)

Spin-off di Orphan Black dopo il finale della quinta stagione?

E se tra qualche tempo arrivasse uno spin-off di Orphan Black a continuare la saga dei cloni? Dopo il finale della quinta ed ultima stagione che ha visto finalmente il trionfo delle “sorelle Leda” sui fanatici Neoluzionisti interessati a controllare il loro genoma e a sfruttarlo per i loro interessi di manipolazione genetica e controllo dell’evoluzione umana, la scoperta dell’esistenza di 274 cloni sparsi per tutto il mondo ha suscitato curiosità intorno all’ipotesi di uno spin-off, vista la gran quantità di storie e personaggi che potrebbero essere ancora raccontate.

Dopo aver sconfitto l’impostore PT Westmoreland (Stephen McHattie) e il suo braccio armato Virginia Coady (Kyra Harper), i cloni sopravvissuti e finalmente in possesso di una cura per la loro malattia genetica possono cominciare a vivere da persone libere. E sebbene ci siano degli interrogativi rimasti irrisolti, la conclusione con un lieto fine agrodolce, tra la felicità per la libertà conquistata e il dolore per i lutti subìti (l’addio alla signora S. è stato certamente il più doloroso delle cinque stagioni), è perfettamente in linea con lo stile mai scontato né smielato di Orphan Black.

Parlando dell’addio al ruolo (pardon, ai tanti ruoli) nella serie che le ha regalato la popolarità internazionale e la vittoria di un Emmy Award, Tatiana Maslany ha raccontato a THR l’emozione di chiudere il cerchio di una saga spettacolare, tutta al femminile, in cui fantascienza e riferimenti all’attualità si fondono perfettamente.

Il mio aspetto preferito del finale è stato il punto in cui Sarah sconfigge la Neoluzione e Helena dà vita ai suoi bambini e poi riusciamo ad andare avanti nel tempo e vedere cosa significa avere quella libertà. Sarah è come bloccata e incapace di andare avanti e di abbracciare questa cosa per la quale ha combattuto così duramente. È una cosa molto umana sognare qualcosa e poi quando l’hai ottenuta, non sai cosa fare. Adoro quel conflitto che ti porta ad una risoluzione più felice.

Il finale ha rivelato che ci sono stati 274 cloni nati dal progetto Leda, 274 donne con lo stesso volto e lo stesso genoma che vivono in posti diversi nel mondo e non sanno di essere malate: la cura viene loro somministrata attraverso i viaggi di Cosima e Delphine, finalmente libere di vivere il loro amore senza condizionamenti. Inevitabile pensare, di fronte a questa rivelazione, che l’idea di un film o di uno spin-off di Orphan Black possa balenare nella mente degli autori Graeme Manson e John Fawcett. Tatiana Maslany, che di cloni ne ha interpretati più di una decina in cinque stagioni, non lo esclude.

Se ci fosse qualche storia che si adatta all’universo di Orphan Black e che sia vitale e diversa e nuova allora sì che sarebbe super forte. Abbiamo concluso la serie prima di spingerci troppo in là, quindi speriamo che abbia lasciato nelle persone il desiderio di vederne ancora piuttosto che la sensazione “Grazie a Dio che è finito”.

Di sicuro il Clone Club vive ormai di vita propria al di là della serie: è diventato una comunità di persone che condividono la medesima passione e la stessa Tatiana ne è entusiasta.

Ce la siamo spassata con il Clone Club ed è stata la ragione per cui la gente ha visto lo spettacolo, quindi non so cosa diventerà in futuro. Tutto è stato così commovente… Questa fanbase è stata così comprensiva e gli appassionati di tutto il mondo si sono sostenuti reciprocamente e si prendono cura di sé… questa è la cosa più bella.

Troppo presto per dire se ci sarà un futuro per Orphan Black oltre la conclusione della quinta stagione, ma di sicuro nessun progetto è previsto a breve.

Partecipa al sondaggio sul futuro di Orphan Black!

[poll id=”329″]

Ray Donovan 3 e Mad Men 7 su Rai4 tra divorzi e matrimoni: anticipazioni 25 agosto

Ray Donovan 3 e Mad Men 7

La seconda e terza serata di Rai4 ci terrà compagnia, come ogni venerdì, con i nuovi episodi inediti di Ray Donovan 3 e Mad Men 7. Le due serie torneranno in onda anche oggi, 18 agosto, con due nuovi episodi. Da una parte avremo i Donovan ancora sotto tiro mentre dall’altra, Mad Men ci porterà al midseason finale andato in onda venerdì scorso.

A partire dalle 23.15 avremo a che fare con Ray Donovan 3 che andrà in onda con il suo episodio numero 8 dal titolo “Tulip” in cui Romero, il prete che sta indagando sulla morte del sacerdote ucciso da Ray, inizia a frequentare la palestra. Il nostro protagonista non sembra pronto ad arrendersi e corrompe una donna per impedire ad un rivale di Finney di fare un’offerta più vantaggiosa della sua.

Il piano è che la donna metta dei serpenti illegali nell’auto dell’uomo ma ad un passo dal compimento della sua missione, viene morsa. Morirà? Mick e Daryll vanno avanti con i loro loschi piani mentre Bridget si avvicina ancora di più al professore riuscendo a farsi dire che la morte della moglie è avvenuta per un altro motivo.

Ray Donovan torna la prossima settimana, il 25 agosto, con l’episodio 3×09 dal titolo “La piovra” in cui si avvicina il giorno del matrimonio di Bunchy e Ray decide di sbattere fuori Mick reo di aver messo sempre nei guai la sua famiglia. L’uomo rifiuta convinto che debba essere presente alle nozze ma Ray troverà il modo di costringerlo a lasciare tutto. Terry e Abby sono sempre più vicini e finiscono col baciarsi. Come andrà a finire adesso?

https://www.youtube.com/watch?v=fEtObyzCWec

Mad Men 7 ci attende intorno alla mezzanotte con l’episodio 7×08, dal titolo“Liquidazione” in cui ritorneremo all’aprile 1970, anno in cui Don e Megan stanno divorziando e lui è tornato ad essere il seduttore di un tempo. Durante un’uscita, vede una cameriera in un locale locale e si convince di averla vista altrove, di chi si tratta? A casa Cosgrove, Cinthya discute con Ken e gli dice che dovrebbe lasciare il suo lavoro e fare ciò che ama davvero mentre Joan e Peggy vanno alla McCann Erickson ma non con poco imbarazzo.

https://www.youtube.com/watch?v=6tJhqFlrGqY

La serie tornerà il 25 agosto con l’episodio 7×09 dal titolo “Nuovi affari” in cui Don accompagna Bobby e Geene a casa Francis ed è lì che incontra Betty pronta a riprendere gli studi per diventare psicologa. Megan è pronta a portare via le cose dal loro appartamento mentreDon va in un ristorante per vedere Diana e lasciarle il suo numero. I due finiscono a letto insieme ma la mattina dopo lei gli rivela di aver perso sua figlia. Il loro rapporto cambierà?

https://www.youtube.com/watch?v=D2b-JPn1Y68

Rosewood ed Elementary su Rai2 con nuovi casi da risolvere: anticipazioni 23 agosto

Nuova serata all’insegna del crimine su Rai2 dove Rosewood ed Elementary andranno in onda in coppia dopo gli ultimi spostamenti dovuti soprattutto ai Mondiali di Atletica.

Le due serie andranno in onda dividendosi la prima e la seconda serata della rete giovane di casa Rai dove oggi, 18 agosto, ad aprire le danze sarà la prima stagione di Rosewood con un nuovo doppio appuntamento.

Gli episodi 9 e 10 della prima stagione del telefilm andranno in onda a partire dalle 21.15 e se, nel primo episodio dal titolo Una collezione letale, vedremo Rosewood e Villa impegnati in un nuovo caso durante la settimana della moda di Miami, nel secondo li vedremo a caccia di un serial killer. I colpi di scena non mancheranno questa sera visto che la squadra scoprirà un piano per uccidere un grande stilista e Rosewood, che ha conosciuto la vittima, chiede aiuto al suo miglior amico, il dottor Mike Boyce.

https://www.youtube.com/watch?v=nUQpoaHfEU4

Nel secondo episodio dal titolo “Senza cuore”, il nostro dottore darà la caccia ad un serial killer nella parte artistica di Miami e questo potrebbe portare in città un agente dell’FBI legato sentimentalmente, in passato, con qualcuno del team. Donna si preoccupa per il figlio quando viene trascinato in una causa che potrebbe distruggere il Magic City Lab, cosa succederà a quel punto?

https://www.youtube.com/watch?v=9cq3m8IHpH4

Rosewood tornerà la prossima settimana, il 25 agosto, con due nuovi episodi, l’1×11 e 1×12, in cui, ripartendo da dove la serie era rimasta dopo il midseason finale (che noi vedremo questa sera), la ricerca del serial killer prende una svolta molto personale. Rosewood e Villa non solo dovranno seguire una scia di indizi lasciati dall’uomo prima di colpire ancora, ma dovranno vedersela con i loro sentimenti.

A seguire andrà in onda Elementary con l’episodio 5×08 di Elementary 5 su Rai2, intitolato “How the Sausage Is Made” in cui Joan teme che la sobrietà di Sherlock sia a rischio quando viene a sapere che le ha mentito riguardo alle sue partecipazioni alle riunioni di recupero. Intanto, i due indagano sull'”indigestione” di una salsiccia avvelenata, cosa si nasconde dietro questa morte?

La prossima settimana Elementary tornerà con l’episodio 5×09, sempre nella seconda serata di Rai2, con Holmes e Watson in una corsa contro il tempo per salvare Shinwell prima che venga arrestato e mandato in prigione per omicidio.

Speranze per Jo e DeLuca in Grey’s Anatomy 14? Parla Giacomo Gianniotti

Jo e DeLuca in Grey's Anatomy 14

Il triangolo tra Jo (Camilla Luddington), il suo (ex?) compagno Alex (Justin Chambers) e Andrew DeLuca (Giacomo Gianniotti) sarà al centro di Grey’s Anatomy 14: lo hanno raccontato i diretti protagonisti al TCA 2017, ma ora l’italocanadese interprete del giovane specializzando in chirurgia del Grey Sloan Memorial Hospital aggiunge nuovi dettagli ed anticipazioni su questa storyline che andrà delineandosi nei primi episodi.

Nel corso dell’ultima stagione, DeLuca ha cominciato a maturare dei sentimenti per Jo e si è timidamente fatto avanti con lei, rimediando però un secco rifiuto ad ogni tipo di approccio.

Con la nuova stagione alle porte, però, pare ci siano speranze concrete che l’amicizia tra i due personaggi, legati dalla vicenda dell’aggressione di Karev nata da un banale equivoco, possa trasformarsi in qualcosa di più. O almeno questo lasciano intendere le parole di Giacomo Gianniotti a ET.

I tentativi di DeLuca di confessare i propri sentimenti a Jo non sono andati molto bene per lui. Ma personalmente, penso che abbia affrettato un po’ i tempi. Lei è fresca di una rottura [con Alex], ha attraversato un’esperienza traumatica e ne sta uscendo, lui è stato frettoloso. Penso che Jo abbia solo bisogno di un po’ di tempo per elaborare tutto. Non vuol dire necessariamente che non abbia interesse e sentimenti per DeLuca, ma ha bisogno di spazio e tempo per capire ed elaborare le sue emozioni e forse allora sarà pronta ad aprire la sua vita ad una persona nuova.

Per Gianniotti il personaggio di DeLuca ha comunque delle chance con Jo, nonostante il momento difficile attraversato dalla specializzanda dopo la confessione ad Alex del suo turbolento passato.

Erano grandi amici prima e si sono confidati durante un momento traumatico della sua vita. C’è sicuramente un legame che si è creato. Credo che abbiano una sorta di rapporto, che sia amore o amicicia.

A complicare tutto ci sarà il ritorno del marito di Jo, il dottor Paul Stadler (Matthew Morrison), che gli spettatori hanno visto brevemente in uno degli ultimi episodi della tredicesima stagione, quando Alex lo ha raggiunto ad una conferenza medica senza però parlargli.

Il finale di Teen Wolf in onda a fine settembre in versione maxi e raddoppia il 20 agosto

Il finale di Teen Wolf si avvicina a grandi passi e con esso l’episodio numero 100 che chiuderà la serie e la stagione attualmente in onda, ovvero la sesta. Teen Wolf chiuderà i battenti con il botto ma non in versione “45 minuti”. Proprio nelle scorse ore, MTV ha pubblicato un calendario aggiornato con la messa in onda dei restanti episodi di Teen Wolf.

Le novità sono davvero tante a cominciare da questa domenica, 20 agosto, in cui Teen Wolf andrà in onda con un doppio episodio, il numero 14 e 15 della serie, dal titolo, rispettivamente, “Face-to-Faceless” e “Pressure Test” in cui Scott e gli altri lotteranno per proteggere due nuovi licantropi in una lotta in cui troveranno un improbabile alleato, si tratta del vecchio Argent o di un gradito ritorno?

Rimane il fatto che le sorprese non finiscono qui visto che, dopo la messa in onda di quasi due ore di domenica 20, i fan della serie dovranno fare a meno di Teen Wolf il 27.

La serie tornerà in onda il 3 settembre con l’episodio numero 6×16, continuerà il 10 settembre con l’episodio 6×17 e chiuderà il cerchio domenica 24 con il finale di serie, ovvero l’episodio numero 100, e uno speciale di 50 minuti.

Al momento si sa davvero poco sulla trama finale della serie ma i fan sono solo in attesa di vedere l’amato branco in azione dopo i primi episodi andati via con il freno a mano. Dovremo attendere il finale di fine settembre per rivedere Stiles e Derek o possiamo sperare davvero di vederli dopo la pausa del 27 agosto?

Non ci rimane che attendere la lotta finale per scoprire quale sarà il ruolo degli amati protagonisti della serie tv MTV molto probabilmente destinata a rivivere in uno spin-off o addirittura un reboot nei prossimi anni.

The Defenders su Netflix dal 18 agosto: eroi “sparsi” per un’operazione commerciale?

The Defenders su Netflix e i fan non aspettano altro da mesi ormai. Le prime foto degli eroi Marvel uniti contro un nemico comune hanno fatto sognare tutti tanto che, quando arrivò il primo teaser che li vedeva chiusi nello stesso ascensore, il popolo della rete è letteralmente impazzito.

Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage ed Iron Fist sono le serie che in questi mesi abbiamo avuto modo di vedere su Netflix ma l’attenzione ultimamente è stata tutta per la miniserie evento che da oggi, 18 agosto, è disponibile sulla piattaforma. I fan hanno già iniziato l’ennesima maratona del fine settimana e non sembrano pronti a mollare la presa anche se, dai primi due episodi, si evince che The Defenders potrebbe essere un’operazione commerciale che altro.

I nostri eroi sono “sparsi” e solo nel secondo episodio riescono finalmente a ritrovarsi per mettere insieme le forze per iniziare una lotta contro un nemico comune, battaglia che inizierà solo nel terzo episodio. Charlie Cox, Krysten Ritter, Mike Colter e Finn Jones si ritroveranno in quel di New York per mettere insieme i propri eroi e fermare il piano ordito dalla Mano, l’organizzazione criminale non nuova al pubblico di Daredevil ed Iron Fist.

Sarà Sigourney Weaver a prestare il volto ad Alexandra, il villain da scovare ed eliminare per evitare il peggio mentre gli episodi della miniserie ci porteranno alla scoperta della sua “origine”. Tutto questo aiuterà Luke Cage e Iron Fist a risollevare le loro sorti e acquisire punti agli occhi dei fan? Sembra proprio di no visto che ancora una volta per loro sembra che ci siano solo le briciole, almeno a confronto di Daredevil e Jessica Jones, serie molto più lodate delle loro cugine.

Per il meglio di The Defenders sembra proprio che dovremo attendere la seconda parte ovvero quello che arriverà dal quarto episodio all’ottavo e in cui, finalmente, si passerà all’azione tanto amata dai fan degli eroi Marvel. Un crossover deludente? Ancora presto per dirlo ma, in attesa che la maratona si concluda, possiamo sicuramente dire che Netflix è riuscita ad usare “materiale a costo zero” per una vera e propria operazione commerciale. Obiettivo raggiunto? L’ardua sentenza ci attende al termine della maratona.

La Regina di Palermo trasloca al martedì per la morte di Claudia Mares: anticipazioni 22 agosto

Da Squadra Antimafia 8 a Papa Francesco e Mafia Capitale: miniserie e fiction Mediaset dell'autunno 2016

La Regina di Palermo sarà di nuovo protagonista del prime time di Canale 5 e, questa volta, lo farà per due volte in una settimana.

La serie tv che ci sta portando a passeggio tra i ricordi delle splendide stagioni di Squadra Antimafia, torna in onda oggi, 16 agosto, con la nuova puntata in cui vedremo Rosy Abate madre del bambino di Ivan di Meo, il piccolo Leonardino, ma ancora braccata e in fuga.

Rifugiatasi in Colombia dal trafficante Vincent Truebla, Rosy Abate è diventata mamma e sembra pronta a vivere tranquillamente il resto della sua vita almeno fino a che la polizia non fa irruzione per cercarla e riportarla in Italia.

La Regina di Palermo riuscirà a fuggire e tornare in Italia con l’aiuto di un vecchio amico di famiglia, Il Puparo, e il suo braccio destro, il camorrista Vito Portanova. Insieme decidono di diventare i padroni del traffico di rifiuti in Sicilia. A dare la caccia a Rosy c’è ancora Claudia Mares che, dopo la morte di Ivan di Meo, ha accolto un nuovo Vicequestore alla Duomo, Domenico Calcaterra.

La “serie” tornerà anche la prossima settimana ma al martedì, ovvero il 22 agosto, per lasciare via libera al calcio il mercoledì. Nella prossima puntata, Rosy Abate è in prigione e ha rinunciato ad avere un rapporto con suo figlio Leonardo, lasciato in custodia alla Mares e a Calcaterra. Sospettata di non aver consegnato interamente alla polizia una lista di nomi importanti collusi con la mafia, Rosy causa involontariamente la morte di Claudia Mares, gettando la DUOMO nella disperazione. Non le resta che fare squadra proprio con Domenico Calcaterra per individuare i responsabili, e il rapporto tra i due è destinato a fare fuoco e fiamme.

Cosa succederà a quel punto?

Bates Motel 5 su Rai2 con Vera Farmiga e Rihanna: cosa vedremo nell’ultimo capitolo della serie?

Bates Motel

Il capitolo finale finalmente in chiaro. Con grande sorpresa, Bates Motel 5 su Rai2 a partire da oggi, 16 agosto, in seconda serata, per una strada in discesa che ci porterà al finale della stagione e della serie prima dell’arrivo dell’autunno.

La “saga” di Norman Bates sta per chiudere i battenti e proprio oggi vedremo i primi episodi della quinta stagione che arrivano dopo il finale della quarta andato in onda mercoledì scorso, sempre su Rai2. Le novità sono davvero tante a cominciare dal ritorno di Vera Farmiga, Norma.

Nel finale della quarta stagione, Norman si è liberato della madre uccidendola ma questo non significa che non la ritroveremo in questi ultimi dieci episodi. Come se no bastasse, la serie accoglierà la mitica Marion Crane che entrerà in scena con il volto della superstar Rihanna.

Sarà lei a interpretare il personaggio a cui Janet Leigh diede vita nel classico di Alfred Hitchock, Psycho. Carlton Cuse e Kerry Ehrin hanno commentato l’arrivo di Rihanna nascondendosi dietro la voglia di contemporaneità: “volevamo proporre questo personaggio iconico con un taglio più contemporaneo, significativo ed entusiasmante […] non si tratta di un rifacimento del film: la sua storia si svilupperà in maniera diversa”.

https://www.youtube.com/watch?v=QgxVGfRBaD4

 

La quinta stagione andrà in onda su Rai2 con un doppio episodio a settimana a partire da quelli in onda oggi dal titolo “Dark Paradise” e “The Convergence of the Twain” in cui ritroveremo Norman pronto a parlare e incontrare la madre in tutti gli angoli della casa che hanno condiviso.

https://www.youtube.com/watch?v=G3LrceBiG9s

Il nostro protagonista continua a parlare con lei come se fosse ancora viva per poi andare in cantina e abbracciare il suo corpo senza vita. Il giovane si libera anche del corpo di Jim Blackwell ma  finisce per rispondere al suo cellulare scoprendo che dall’altra parte c’è l’ex sceriffo e marito della madre, Alex. Lui ha inviato Jim ad ucciderlo?

Benedict Cumberbatch sarà Nigel Farage in una serie tv sulla Brexit?

Un nuovo avvincente ruolo potrebbe essere all’orizzonte per Benedict Cumberbatch: l’amatissimo Sherlock della tv inglese potrebbe entrare nel cast di un ambizioso progetto televisivo.

Secondo quanto riporta la versione online del Times, uno studio di Hollywood sarebbe pronto a firmare un accordo di 60 milioni di sterline per realizzare una serie in sei puntate dedicata alla storia di Nigel Farage e della sua campagna pro Brexit.

Lo script sarà basato sul libro The Bad Boys of Brexit: Tales of Misery, Mayhem & Guerrilla Warfare in the EU Referendum Campaign di Arron Banks, il multimilionario magnate del settore delle assicurazioni che ha contribuito a finanziare il movimento Leave.EU sostenuto dallo Ukip, il partito di estrema destra di cui Farage è stato leader.

La produzione sarebbe impegnata a cercare i volti giusti per raccontare la campagna elettorale che ha portato all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea nel giugno 2016, con il con il 51,9% dei favorevoli all’abbandono dell’UE contro il 48,1% dei contrari.

A metà tra House of Cards e una docu-serie, il progetto non ha ancora un titolo ufficiale. Il casting dovrebbe avere luogo quest’autunno, mentre le riprese inizieranno non prima dell’anno prossimo dopo che un contratto sarà firmato a Los Angeles il mese prossimo.

Secondo il Sunday Times, Benedict Cumberbatch dovrebbe interpretare proprio Farage, anche se l’ex leader UKIP ha scherzato: “Devo interpretarlo io, ovviamente“. Farage ha però detto di non essere direttamente coinvolto nel progetto.

Oltre che al referendum sulla Brexit, la serie dovrebbe essere legata anche agli eventi successivi avvenuti sulla scena internazionale, come la nuova presidenza americana a guida Donald Trump, visto che durante la sua campagna l’allora candidato repubblicano disse di sperare di emulare la Brexit sconvolgendo lo scenario politico con la sua vittoria. Farage è stato anche il primo politico britannico a incontrare Trump dopo l’insediamento alla Casa Bianca.

Jesse Williams di Grey’s Anatomy è un uomo violento? Guerra con l’ex moglie per la custodia dei figli

Jesse Williams di Grey's Anatomy è un uomo violento?

Non è affatto un ritratto piacevole quello che Aryn Drake-Lee ha fatto del marito (ormai quasi ex) nelle sue richieste al giudice nella causa di separazione: Jesse Williams di Grey’s Anatomy, interprete del personaggio di Jackson Avery, sarebbe una persona incline alla violenza.

Secondo quanto riporta TMZ, il divorzio tra i due dopo 5 anni di matrimonio e ben 13 di fidanzamento sarebbe decisamente non consensuale: la donna avrebbe lasciato la star di Grey’s Anatomy per il suo carattere avventato e connotato da frequenti scatti d’ira. Per questo ha chiesto la custodia esclusiva dei figli, preoccupata degli atteggiamenti violenti del marito e della sua sconsideratezza nella cura dei figli, i piccoli Sadie, nata nel 2013 e Maceo, nato nel 2015.

I documenti del divorzio, che TMZ definisce “esplosivi“, tratteggiano dunque una situazione per nulla serena:
Aryn Drake-Lee avrebbe deciso di lasciare l’attore per il suo carattere violento e di conseguenza avrebbe chiesto la custodia esclusiva dei figli, motivandola col fatto che i bambini potrebbero essere “feriti emotivamente” perché esposti dal padre alla frequentazione delle sue partner occasionali (attualmente l’attore frequenta la collega Minka Kelly). La donna ha chiesto al giudice che sia vietato a Williams di far conoscere le sue ragazze ai figli, a meno che non abbia con una di loro una relazione da almeno 6 mesi.

Aryn Drake-Lee chiede anche che sia vietata l’esposizione dei bambini sui social network, a suo dire usati da Williams come strumento per risanare la sua immagine pubblica danneggiata dalla notizia del divorzio.

#teamwork

Un post condiviso da jesse Williams (@ijessewilliams) in data: 21 Mag 2017 alle ore 12:22 PDT

A supporto delle sue richieste, la donna ha spiegato di temere il carattere violento del marito, mostrato di recente durante un incidente stradale col vicino di casa, finito a spintonate e minacce di morte nell’auto di Williams all’interno della quale c’erano proprio i due figli.

Gli avvocati dell’attore e attivista del movimento Black Live Matters – intenzionato ad ottenere la custodia congiunta – non avrebbero ancora risposto a tali richieste, ma di sicuro la separazione non sarà delle più semplici.

Ozark rinnovata per una 2ª stagione, 10 nuovi episodi per la saga di Bateman su riciclaggio e corruzione

Ozark rinnovata per una 2ª stagione

L’ultima novità sul fronte Netflix è Ozark rinnovata per una seconda stagione. Meglio del calciomercato in questa estate 2017 c’è la saga di Netflix che cancella e rinnova titoli, lancia nuove sfide e si accaparra talenti del calibro di Letterman e Rhimes.

Dopo una primavera movimentata con le proteste per la decisione di non rinnovare Sense8, salvo poi accontentare il pubblico con un finale di due ore per dare una conclusione alla serie, e le notizie bomba dell’arrivo sulla piattaforma dei fratelli Coen, di David Letterman col suo celebre Show e della ShondaLand di Shonda Rhimes, l’ultima puntata della soap opera diretta da Ted Sarandos contiene una buona notizia per gli spettatori di Ozark.

La serie di Jason Bateman è stata rinnovata per una seconda stagione appena un mese dopo il rilascio dei primi dieci episodi. Pochi dubbi su questo progetto, che ha convinto tutti per qualità e attualità del soggetto. Questa sorta di Breaking Bad finanziaria, dedicata al riciclaggio di denaro dei cartelli del narcotraffico messicano.

Parlando della prima stagione alla vigilia del rilascio, Bateman l’ha definita “uno spettacolo drammatico, oscuro e pericoloso” che solleva il velo su come funziona l’industria del riciclaggio di denaro sporco, su quali collusioni si regge e come riesce a connettere le narcomafie internazionali con la criminalità locale. Ozark è anche uno sguardo attento sulle distorsioni del capitalismo finanziario, sulle dinamiche di una famiglia americana medio-borghese e sull’ossessione dei nostri tempi di trarre denaro dal denaro.

Anche la seconda stagione di Ozark sarà composta da 10 episodi: Jason Bateman continuerà ad essere protagonista, regista e produttore esecutivo con la sua Aggregate Films al fianco della MRC, che per Netflix produce House of Cards, 13 Reasons Why, Una serie di sfortunati eventi, Santa Clarita Diet ed altri titoli.

Con Shonda Rhimes a Netflix possibili rinnovi per Scandal, The Catch e Still Star-Crossed?

Shonda Rhimes, Scandal

Il contratto che lega Shonda Rhimes a Netflix per la produzione di serie inedite nei prossimi 4 anni potrebbe modificare le sorti di alcune delle serie tv cancellate da ABC, concluse in quest’ultima stagione o in via di conclusione?

TVLine ha provato a tirare un po’ le somme, facendo un quadro della situazione dopo la notizia bomba dell’addio di Shonda Rhimes ad ABC per passare a Netflix.

Se è ormai chiaro che tutte le produzioni ShondaLand-ABC Studios (ovvero il trittico TGIT Grey’s Anatomy, Scandal e How to Get Away With Murder) resteranno in onda sull’emittente generalista statunitense, insieme alle nuove produzioni in arrivo For The People e lo spin-off di Grey’s Anatomy, il nuovo contratto che lega la casa di produzione ShondaLand a Netflix ha suscitato diverse speranze nel pubblico orfano di alcuni titoli non rinnovati o in via di chiusura.

Da un lato c’è Scandal, che dopo 7 stagioni concluderà la sua corsa la prossima primavera: la settima stagione va in onda dal 5 ottobre su ABC e si concluderà a maggio, ma non si tratta di una cancellazione o di un mancato rinnovo. Semplicemente la saga di Olivia Pope avrebbe dovuto necessariamente concludersi nell’arco di poche stagioni (nemmeno troppo poche, a dire il vero), come da sempre affermato da Shonda Rhimes e confermato ai microfoni di OM dall’attrice Bellamy Young. Impossibile trascinare le vicende della fixer e del suo presidente oltre la fantapolitica delle ultime stagioni, dunque, come conferma TvLine, l’accordo con Netflix non dovrebbe aprire alcuno spiraglio per la continuazione di Scandal. La settima stagione sarà l’ultima per volere della sua creatrice e della sua storica co-produttrice Betsy Beers.

Diverso il caso di The Catch, che dopo l’esordio non entusiasmante della prima stagione ha provato a riproporsi con la seconda in una nuova veste, un restyling che non ha sortito l’effetto sperato e ha portato alla cancellazione della serie. Poco riuscito, poi, anche l’esperimento Still Star-Crossed, l’adattamento dell’omonimo romanzo sequel della tragedia di Romeo e Giulietta bersagliato dalla critica che non ha brillato negli ascolti quest’estate. In questi casi, secondo TvLine, nulla è impossibile, soprattutto in un’epoca di continui ripescaggi di idee e soggetti, anche se “al momento Netflix non progettadi ordinare stagioni aggiuntive di alcuna delle serie Shondaland, inclusa l’unicum Still Star-Crossed e la conclusa The Catch“.

TvLine aggiunge anche che, nonostante continui la messa in onda dei suoi show su ABC, il rapporto tra la showrunner e la rete è definitivamente concluso: “Anche se il suo accordo di quattro anni con la rete non scade fino a maggio 2018, Rhimes – chiaramente intenzionata a passare a Netflix – ha negoziato un’uscita anticipata“. Le nuove produzioni di ShondaLand per Netflix non arriveranno sulla piattaforma streaming prima del 2018.

Il ritorno di Patrick Dempsey in tv dopo Grey’s Anatomy: trama e cast di The Truth About the Harry Quebert Affair

Per Patrick Dempsey arriva il primo vero ruolo televisivo dopo l’addio al dottor Derek Shepherd in Grey’s Anatomy: l’ex McDreamy ha firmato per una nuova avventura tv piuttosto impegnativa. L’attore sarà infatti il protagonista di The Truth About the Harry Quebert Affair, la serie drammatica annunciata il 15 agosto dall’emittente Epix.

Demprey interpreterà un uomo coinvolto in un mistero di omicidio in questa serie da 10 episodi, basata sul celebre romanzo omonimo di Joël Dicker e sulla storia di Harry Querbert, accusato di omicidio dopo che il corpo di un’adolescente è stato ritrovato sulla sua proprietà anni dopo la sua scomparsa.

Patrick Dempsey vestirà i panni di Harry: a lui il compito di portare sul piccolo schermo quella che Epix ha definito “un’icona letteraria“. Nel cast anche Damon Wayans Jr. (già visto in New Girl) nel ruolo di Sgt. Perry Gahalowood, un investigatore di polizia che esamina la morte della ragazza, Nola Kellergan, mentre Virginia Madsen sarà la proprietaria di un locale che conosce più di un segreto su Harry. Ufficializzati come parte del cast anche i nomi di Ben Schnetzer, Colm Feore, Josh Close, Matt Frewer e Wayne Knight.

Lyn Greene e Richard Levine, già dietro il successo di Masters of Sex, hanno scritto diversi episodi della serie. L’adattamento è a cura di Jean-Jacques Annaud (il regista di Sette anni in Tibet), che dirigerà gli episodi. Annaud, Greene e Levine sono anche produttori esecutivi insieme al magnate Tarak Ben Ammar e all’italiano Fabio Conversi. La produzione è firmata MGM Television e Eagle Pictures.

Quella di Dempsey come protagonista è certamente una scelta acchiappa-pubblico: per oltre dieci anni l’attore ha interpretato un affascinante chirurgo in uno dei medical drama più seguiti della tv, rompendo nel 2015 dopo 11 stagioni il suo rapporto con ShondaLand e Grey’s Anatomy. Ufficialmente, l’addio è stato giustificato con la volontà di “curare altri interessi e nuovi progetti”. Quello di Harry Quebert sarà il suo primo ruolo da protagonista in una serie tv dopo la controversa e chiacchierata dipartita da Grey’s Anatomy.