DJI Mavic 3 ha i waypoint, guida a come usarli

Email ammassi.it

DJI Mavic 3 ha i waypoint, guida a come usarli

Il DJI Mavic 3 è un drone dotato di un’ampia gamma di funzioni già note e di alcune nuove. Uno degli aspetti che rendono questo drone un vero e proprio upgrade sono tutte le nuove modalità che un pilota può utilizzare.

Ogni pochi mesi dall’uscita del Mavic 3, ci sono stati aggiornamenti del firmware per aggiungere altre modalità di volo e opzioni per modificare il volo.

Ogni modalità aiuta a portare a termine un compito per catturare foto/video specifici o per creare un’immagine migliore.

Dalle foto a 360 gradi ad active track, questo drone è dotato di una pletora di opzioni. Una di queste aggiunte è la possibilità di volare utilizzando i waypoint.

Cosa sono i waypoint?

I waypoint sono punti di sosta o di controllo di un viaggio o di un percorso, in genere generati da sistemi informatici.

Se utilizzati da un drone, sono punti posizionati su una mappa in cui il drone si ferma (o passa) durante il volo; insieme, questi punti costituiscono un percorso che il drone seguirà per creare un video o una mappa.

I waypoint possono essere utilizzati per una serie di compiti. Possono essere utilizzati per creare una griglia per i rilievi, un percorso per le ispezioni o un percorso predeterminato per catturare foto o video.

DroneDeploy e Pix4D sono un paio di applicazioni che potrebbero esservi familiari e che utilizzano waypoint tramite un’applicazione di terze parti per catturare foto utilizzate per i sondaggi e l’analisi dei dati.

Sebbene queste applicazioni rendano il processo molto più semplice, non sono l’unico modo per utilizzare questo strumento.

Il Mavic 3 è uno dei primi droni consumer a introdurre i waypoint direttamente nel sistema. DJI lo ha fatto combinando l’uso della posizione del drone e l’angolazione della fotocamera per creare punti lungo un percorso.

Come si usano i waypoint con il Mavic 3?

Sebbene i waypoint possano essere utilizzati per diversi scopi, c’è un solo modo per utilizzarli su questo modello di drone.

L’unico modo per accedere ai waypoint con il Mavic 3 è la modalità di volo hyperlapse.

Un hyperlapse, simile a un timelapse, è una serie di fotogrammi presi da una scena in lento movimento e uniti insieme per creare un video accelerato per mostrare rapidamente cambiamenti drastici in un ambiente.

L’unica differenza tra un hyperlapse e un timelapse è che un hyperlapse viene realizzato quando la telecamera è fisicamente in movimento, mentre il timelapse utilizza una telecamera ferma.

Gli hyperlapse sono ideali per introdurre un’ambientazione particolare o per mostrare il tempo che passa.

Questo metodo è efficace quando si riprendono auto che attraversano un incrocio, barche che entrano ed escono da un porto, nuvole che si muovono nel cielo o una serie di altre cose.

Istruzioni passo-passo

Accedere a questa modalità e creare un hyperlapse con il vostro drone è semplice una volta capito come fare.

Di seguito sono riportate le istruzioni che illustrano in dettaglio il processo:

  • Una volta che il drone è in volo, premere l’icona sul lato destro dello schermo per aprire le opzioni fotografiche.
  • Scorrere leggermente verso il basso e premere la modalità hyperlapse.
  • Accedere nuovamente al menu e selezionare l’opzione waypoint dalle quattro opzioni accanto al menu originale.
  • Utilizzare il menu visualizzato nella parte inferiore dello schermo per determinare gli intervalli di foto, la lunghezza del video e la velocità massima di volo.
  • Volate fino al punto in cui volete iniziare l’hyperlapse e premete l’icona più in basso sullo schermo per creare il primo waypoint.
  • Passare al punto successivo e ripetere il punto 5.
  • Una volta impostati tutti i waypoint, premere l’opzione di registrazione per avviare la registrazione.

Quando si preme il pulsante di registrazione, il drone si sposta al primo waypoint creato e inizia a scattare una foto agli intervalli stabiliti prima di iniziare.

L’intero processo dura tra i dieci e i trenta minuti, a seconda della lunghezza del video desiderato, ma assicuratevi di iniziare con la batteria piena!

Una volta che avrete girato i video hyperlapse per un po’ di tempo e saprete quanto tempo ci vuole per voi, potrete apportare delle modifiche, ma vi consigliamo di iniziare con la batteria piena.

Quando si crea un hyperlapse e si modificano le impostazioni della modalità waypoint, il display mostrerà una stima in tempo reale della durata del video e, durante il processo, sarà possibile vedere quante immagini ha scattato il drone e quante ne ha ancora da fare.

I waypoint sono un’aggiunta incredibile a questo drone e consentono di realizzare video notevoli. Anche se l’unico modo per utilizzare questa opzione è attraverso i video hyperlapse, ci sono ancora cose divertenti che si possono fare con questa funzione.

La funzione hyperlapse è disponibile in numerosi modelli di droni per via delle prospettive uniche offerte da una telecamera in movimento, ma con i waypoint il processo è più semplice e consente di realizzare video migliori e più fluidi.

dji mavic 3

Cosa bisogna sapere sui video hyperlapse?

Poiché gli hyperlapse sono l’unico modo per utilizzare i waypoint, è importante saperne di più.

I droni sono uno dei migliori strumenti da utilizzare per creare un video hyperlapse, perché la telecamera è pronta a muoversi ad alta velocità.

Il Mavic 3 consente di creare video hyperlapse in 4 modi diversi:

  • Free
  • Circle
  • Course lock
  • Waypoint

Ognuna di queste opzioni consente di creare un hyperlapse con risultati leggermente diversi.

Free Mode

In Free Mode, il pilota ha piena libertà di controllo per creare il video. Questo permette di dare ampio spazio alla creatività in un video hyperlapse, ma richiede anche movimenti precisi ed esatti.

Qualsiasi movimento rapido del drone o della videocamera apparirà in seguito nel prodotto finale e ridurrà la qualità del risultato complessivo.

In Free Mode, tuttavia, ci sono alcune cose che vengono controllate automaticamente.

Prima di iniziare, vi sarà data la possibilità di modificare la durata del video finale, l’intervallo di tempo tra le foto e la velocità massima a cui il drone sarà limitato.

Tutte queste opzioni sono importanti per concentrare tutta l’attenzione sul movimento del drone e della telecamera per creare i migliori movimenti desiderati.

Circle Mode

La Circle Mode è semplice o circolare, a seconda di come la si intende.

Quando si crea l’hyperlapse, la maggior parte delle impostazioni è simile alle altre modalità, tranne per il fatto che è necessario evidenziare un soggetto toccandolo sullo schermo e inserire la direzione in cui il drone dovrà andare.

La cosa più importante da ricordare di questa modalità è che l’app non indica il tempo necessario per girare intorno a un oggetto, quindi assicuratevi di aggiungere del tempo extra o di pianificare alcune prove per stabilire il tempo necessario per fare tutto il giro o la distanza che desiderate.

Course Lock Mode

La terza opzione per creare video hyperlapse è la Course Lock Mode. Questa modalità è la più difficile da capire solo dal nome, ma è altrettanto semplice da usare.

In questa modalità, l’impostazione aggiunta è lo sblocco e il blocco della direzione in cui è rivolto il drone.

Quando la direzione è sbloccata, è possibile muovere il drone in qualsiasi modo per prepararsi all’inizio dell’hyperlapse.

Quando la direzione è bloccata, il drone si prepara ad andare in un’unica direzione per tutta la durata del volo.

Questa modalità può essere ideale per un hyperlapse semplice con movimenti minimi quando si cerca di catturare uno skyline o di rivelare un’area particolare.

Modalità Waypoints

L’ultima opzione è, naturalmente, quella dei waypoint. I waypoint consentono una libertà quasi pari a quella della modalità libera, ma quella creatività deve essere bloccata prima di avviare l’hyperlapse.

Ciascun waypoint viene pilotato e registrato dal pilota prima dell’avvio dell’hyperlapse, ma non può essere modificato una volta iniziato. Si tratta di un’opzione unica, grazie alla tecnologia e al software necessari per creare un waypoint utilizzando l’app DJI fly.

Purtroppo i waypoint non possono essere utilizzati per altre modalità video, ma le opportunità disponibili anche in modalità hyperlapse sono impressionanti.

Gli hyperlapse sono un ottimo modo per creare video unici con le capacità di un drone. Ognuna delle 4 modalità offre metodi diversi per creare splendidi video in timelapse.

È importante ricordare sempre che questo tipo di video deve essere considerato sperimentale. Le prove e gli errori sono fondamentali, ma una volta che si sa come funzionano, diventa molto più facile produrre un buon video.

Anche se ogni pilota deve imparare da solo, ci sono alcuni consigli da ricordare quando si realizza un hyperlapse.

  1. Innanzitutto, quando il drone scatta le foto, c’è sempre un ritardo di 0,5-1 secondi a causa della velocità con cui il drone deve catturare le immagini. Quando questo accade, non c’è da preoccuparsi perché è normale.
  2. In secondo luogo, quando si scatta in modalità hyperlapse, non c’è flessibilità con le impostazioni della fotocamera, tranne l’opzione di utilizzare immagini RAW o JPEG. Il formato JPEG è il migliore per questa modalità perché occupa molto meno spazio e non richiede modifiche per essere utilizzato.
  3. Infine, l’app DJI Fly mostra sempre il tempo rimanente sul video e sulle immagini scattate. È sempre piacevole avere un aggiornamento in tempo reale sull’andamento delle riprese.

Conclusione

L’uso dei waypoint per un video hyperlapse è solo una delle modalità di volo che consentono ai piloti di creare video con movimenti più automatici e fluidi rispetto a quelli manuali, che sono soggetti a errori.

Sono state aggiunte o aggiornate anche altre nuove funzioni per rendere possibile e facile la realizzazione di un’ampia varietà di riprese.

Con questo drone è possibile fare un’infinità di cose per scopi commerciali o ricreativi. Creare un hyperlapse, un panorama, una foto a 360 gradi, ecc. non è mai stato così facile e non è mai stato così bello.

Anche se i waypoint possono essere utilizzati solo per un video hyperlapse, sono un’aggiunta incredibile a questo drone già fantastico.

I waypoint consentono di creare un hyperlapse fluido senza preoccuparsi del proprio volo. Posizionando il drone e la videocamera prima di ogni waypoint si possono ottenere splendide riprese in ogni video.

FONTE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.